Martedý 27 Settembre 2016
Campaniameteo - Versione dispositivi mobili
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
.:: Campaniameteo.it ::.
  CONTURSI TERME (SA): STAZIONE METEO E WEBCAM AD ALTA DEFINIZIONE    SALERNO, WEBCAM PER LE LUCI D'ARTISTA 2014    RAITO DI VIETRI SUL MARE (SA): NUOVA WEBCAM ALTA DEFINIZIONE    MARINA DI CAMEROTA, NUOVA WEBCAM SUL PORTO    SALERNO, NUOVA WEBCAM OFFERTA DA 'CASE VACANZE IL DUOMO'    ON LINE LA VERSIONE "MOBILE" DEL PORTALE CAMPANIAMETEO.IT PER SMARTPHONE    ON LINE LA WEBCAM SUL MONTE TERMINIO    VIETRI SUL MARE (Sa): WEBCAM AD ALTA DEFINIZIONE DALL'HOTEL VIETRI    SALERNO: NUOVAMENTE ON LINE LA WEBCAM VERSO LA COSTIERA AMALFITANA    MARINA DI EBOLI - CAMPOLONGO (Salerno): NUOVAMENTE ON LINE LA STAZIONE METEO, AFFIANCATA DALLA WEBCAM DAL GALATEA VILLAGE    NAPOLI, FUORIGROTTA: WEBCAM E METEO ALL'ISTITUTO "RIGHI"    MONTE FAITO (1100M): NUOVA STAZIONE DI RILEVAMENTO METEO    PROCIDA (NA): WEBCAM E STAZIONE METEO - BLUE DREAM SAILING CHARTER    Chitignano (Arezzo): webcam ad alta definizione    RECORD ASSOLUTO DI VISITATORI - IL 17 DICEMBRE 2010 IN 24 ORE IL NOSTRO SITO E' STATO VISITATO DA 21.892 UTENTI UNICI E HA AVUTO 1.564.658 DI ACCESSI.    SALERNO, WEBCAM PER LE "LUCI D'ARTISTA"     SALERNO, WEBCAM E METEO CON UV E RAD.SOLARE ALL'ISTITUTO NAUTICO    DUE NUOVE WEBCAM SUL LACENO - QUOTA 1400 METRI    VIETRI SUL MARE (SA) - E' ATTIVA UNA WEBCAM AD ALTISSIMA DEFINIZIONE    RAVELLO (SA) - E' ATTIVA LA WEBCAM DI VILLA RUFOLO - IN TEMPO REALE IMMAGINI AD ALTISSIMA DEFINIZIONE E DATI METEO    POPPI (Arezzo) - E' ON LINE LA PRIMA WEBCAM AD ALTA RISOLUZIONE    CAPRI, UNA WEBCAM AD ALTA RISOLUZIONE DALL'ISOLA DEL GOLFO DI NAPOLI    ISCHIA-CASAMICCIOLA: NUOVA STAZIONE METEO ON LINE    STAZIONE METEO E WEBCAM SUL MONTE RAIAMAGRA - LACENO QUOTA 1667 METRI. LA CENTRALINA ON LINE PIU' ALTA DELLA CAMPANIA    MARINA DI EBOLI-CAMPOLONGO: WEBCAM E METEO DAL GALATEA VILLAGE E SCUOLA WINDSURF    NUOVA WEBCAM AD ASCEA-VELIA PRESSO "MARE E MONTI"    NUOVA STAZIONE METEO DAVIS A SORRENTO - FRAZIONE PRIORA    DUE STAZIONI METEO DAVIS SULL'ISOLA DI PROCIDA.    NUOVA CENTRALINA METEO CON WEBCAM A AVELLINO    ATTENZIONE: ultimamente loschi individui contattano alcuni utenti di Campaniameteo divulgando notizie false sulla gestione del sito CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO.    ATTIVA A META DI SORRENTO NUOVA STAZIONE METEO      
.:: Campaniameteo.it - NAPOLI, AL TEATRO BELLINI LA RASSEGNA "NUOVI SENTIERI" ::.

NAPOLI, AL TEATRO BELLINI LA RASSEGNA "NUOVI SENTIERI"
(Articolo letto 2415 volte)
Campaniameteo.it -

Torna all’Auditorium del Teatro Bellini di Napoli “Nuovi Sentieri”, la rassegna teatrale che, nata e cresciuta sotto “l’ala protettrice” della storica sala di Via Conte di Ruvo, oggi non splende più di luce riflessa ma è ormai divenuta una solida e accattivante realtà. Continuando a puntare il suo “sguardo contemporaneo” sul panorama teatrale emergente, e seguendo quindi la consueta traccia della nuova drammaturgia, non solo napoletana ma anche nazionale, la nona edizione di “Nuovi Sentieri” presenta quest’anno un cartellone ancora più ricco ed ampio (in programma 14 spettacoli), a dimostrazione di quanto oggi sia conosciuta e ambita. “Nuovi Sentieri”, infatti, nel corso degli anni, si è trasformata in un importante punto di riferimento sia per le giovani produzioni, che trovano il giusto spazio in cui sperimentare le proprie opere, sia per il pubblico, giovane e meno giovane, che cerca a Teatro non solo la tradizione ma anche una ventata d’aria nuova. Da non sottovalutare, poi, l’ottimo riscontro ottenuto dalla critica, napoletana e nazionale, secondo la quale “Nuovi Sentieri” è una delle più interessanti vetrine per i giovani autori provenienti da Roma in giù.

La rassegna parte il 28 Gennaio 2010 e termina il 16 Maggio 2010


GLI SPETTACOLI

A inaugurare la rassegna sarà “Il caso Dorian Gray” (28-31 gennaio), di Giuseppe Manfridi per la regia di Pino Micol. Presentato da Compagnia Italiana diretta da Maurizio Scaparro, lo spettacolo è una reinvenzione drammaturgica della celebre opera di Wilde. In scena tre personaggi e una sola storia che, per ragioni diverse, riguarda ciascuno di essi. Henry, Basil e Dorian: sofisticato e fatuo come un vero dandy, il primo; morboso e solitario, il secondo; vanitoso e perfido il terzo, Dorian Gray, che nel romanzo di Wilde assurge a protagonista assoluto. La trama narrativa è ripensata nei termini di un’indagine processuale: al centro dell’inchiesta un mistero dall’intreccio tanto articolato da non essere noto a nessuno dei tre: suspense imprevista e atmosfere gotiche avvolgono una vicenda che assumerà i connotati di un noir senza precedenti...

Il 2 febbraio, con repliche fino al 7, Le Pecore Nere presenta “Nun è peccato”, di Carmine Borrino e diretto da Carlo Cerciello. Sandro e Donatella, figli di un ricco imprenditore, dopo la morte del padre si trovano faccia a faccia con la camorra. Sandro sporge denuncia nonostante la sorella sia contraria. I due fratelli interrompono i rapporti finché dopo 5 anni Sandro, che finora ha vissuto sotto un regime di protezione in quanto vittima del racket, torna dalla sorella… Nun è peccato è un testo scritto per due attori. Un testo che nasce per “servire” la scena, un testo che attraverso i suoi dialoghi di vere e proprie “botta e risposta” possa “servire” ai due attori per la possibilità di confrontarsi, studiarsi, recitarsi, scontrarsi. Duellare. Amarsi. Così come si amano Sandro e Donatella.
.
Il cartellone prosegue con “Sogno d’amore” (12–14 febbraio), presentato da Gloriababbi Teatro e scritto e diretto da Giampiero Rappa. Una commedia che racconta le vicissitudini e le disavventure di quattro uomini e due donne alle prese con i propri sentimenti, i cui ingredienti vincenti sono realismo, ritmo e una buona dose di comicità. Un testo che, muovendosi tra autobiografia e finzione, traccia un ritratto vitale e iperrealistico della generazione dei trentenni, divisi tra il desiderio di vivere appieno i sentimenti e l’incertezza del futuro. Sei personaggi che intrecciano le proprie vite in un rincorrersi di emozioni...

CRASC, dal 16 al 21 febbraio, presenta “Hospitality Suite” di Roger Rueff, regia di Orlando Cinque. Tre rappresentanti di lubrificanti industriali si ritrovano nella suite di un albergo per tenere un party dove accogliere i possibili clienti per una importante  convention del settore. Larry e Phil, anziani e navigati venditori, legati da lunga amicizia, fanno da chiocce al giovane Bob, rigido e fervente cristiano… Un testo sull’amicizia e sulla lealtà, sull’onestà e sulla fedeltà; un testo che, rifiutando la disputa tra religioni, mostra come la ricerca di Dio non consista affatto nel citare i Vangeli usandoli come dogmi, ma nel porsi alla pari di fronte ad altri uomini, disposti ad ascoltare senza filtri, senza pregiudizi. Proprio come di rado accade quando per caso si è toccati dalla Grazia, anche nel più profano dei posti sacri ancora rimastici: il Teatro.

Dal 24 al 28 febbraio, Valdez Essedi Arte e BAM Teatro portano in scena “Un mondo perfetto”, scritto e diretto da Sergio Pierattini. Vincitore del 49° Premio Riccione – Premio Speciale della Giuria Bignami – Quondamatteo 2007, lo spettacolo mette in scena una coppia alla disperata ricerca di un figlio. Un sogno che, una volta realizzatosi, porta con sé la scoperta amara e raccapricciante di una profonda e insanabile incapacità di amare quel figlio così tanto desiderato…

Dal 5 al 14 marzo, Fondazione Teatro di Napoli presenta “Sabbie”, scritto da Pippo Cangiano e diretto da Fortunato Calvino. Rino Di Martino e Ivano Schiavi sono i due attori protagonisti che racconteranno la storia di due uomini che si incontrano su una spiaggia deserta. Ciascuno ha alle spalle un passato fatto di violenza e di soprusi subiti… L’incontro tra i due è in realtà uno scontro violento, un match senza vincitori… Il mare, unico spettatore della loro vita, sembra travolgere e sommergere il flusso dei loro ricordi…

Associazione Culturale Millelire, dal 16 al 21 marzo, ci propone “Sono diventato Etero!”, una spassosissima commedia musicale scritta e diretta da Lorenzo De Feo. Quale grande “disonore” per una madre accorgersi che Marco, l’unico figlio, felicemente omosessuale ed accettato sia dalla famiglia sia dalla società, scopre all’improvviso di essere… eterosessuale! Bisogna fare qualcosa! Fortunatamente dalla sua parte c’è Dodo, il migliore amico di Marco e di questi segretamente innamorato… Un plot che attinge a diversi spunti della vita reale, una delicata commedia musicale solo apparentemente paradossale…

Il 26 marzo uno spettacolo di danza, “Legami – Relazioni_in_diretta”, di Claudio Marangone. Legami, presentato da Borderline Danza,  è un ragionare su sé stessi, sulle proprie passioni e perversioni, attraverso frammenti di relazione, di vita amorosa a volte sensuale e sfrenata come un incontro, altre volte oppressa perché minacciata dalle convenzioni culturali e religiose, altre ancora ironicamente contesa. Un insieme di incontri dove gesto, danza, video, ripresa live si interconnettono dietro una ragnatela, metafora dell’intricata esperienza relazionale umana…

Dal 29 marzo al 4 aprile un appuntamento ormai fisso della rassegna: “La settimana corta”, ovvero 7 giorni in cui per Nuovi Sentieri si aprirà una finestra sul cinema indipendente italiano realizzata in collaborazione con il S.N.G.C.I., che si propone di dare visibilità al mondo “sommerso” dei giovani filmaker italiani e di dare una voce al territorio campano attraverso il settore dell'audiovisivo. Verranno proiettati circa 40 cortometraggi di giovani cineasti del nostro paese, con un occhio di riguardo per i registi campani che saranno presenti con almeno un cortometraggio al giorno.

Dal 9 all’11 aprile Libera Scena Ensemble presenta “Beyond Therapy”, un testo del 1980 scritto dallo sceneggiatore e autore statunitense Cristopher Durang. Portato in scena per la prima volta a New York nel 1981, con una giovanissima Sigourney Weaver, la commedia riscosse un successo così travolgente da essere rappresentata l’anno successivo a Broadway. Assistiamo quindi, con la regia di Woody Neri, alle nevrotiche vicende di Prudence e Bruce: lei alla perenne ricerca del Principe Azzurro, lui un bisessuale con continue crisi di pianto e alla ricerca di una donna per avere un figlio... Una polveriera emotiva di cui ognuno è miccia e detonatore, pronto ad esplodere alla minima provocazione. E tutto esploderà davvero, in una sorta di terapia d’urto e di gruppo, per ricomporsi, poi in un’inevitabile quanto sospetto “happy-end”, nel quale tutti, anche se ammaccati, cercheranno a fatica di trovare il loro posto…

“Radio Hamlet”, in scena dal 13 al 18 aprile e presentato da Ass. Cult. Suttascupa, è un progetto di Giuseppe Provinzano che attinge al capolavoro di William Shakespeare, Amleto, e a quello di Heiner Müller, Hamletmaschine. “Di Shakespeare -  spiega l’autore - ho rubato la musicalità della lingua, la capacità di essere a tratti ridondante per avvalersi di un senso poetico che ti sorprende in quanto a concretezza concettuale. Di Müller ho rubato la crudezza e la contemporaneità delle immagini testuali, l’esprimersi senza troppo temere eventuali censure… fare riferimento all’era contemporanea sublimandola e criticandola… […] I personaggi si spogliano presto dei retaggi mitici dei testi di riferimento per scoprirsi poco a poco del loro reale colore. Un percorso drammaturgico che scava più sullo stato d’animo interiore che sulla semplice azione scenico/narrativa.”

Presentato da Le Pecore Nere, dal 20 al 25 aprile sarà in scena “Mi faccio una cooperativa – Forse una farsa”, di Tato Russo con la regia di Massimo De Matteo; attori protagonisti Peppe Miale e Gabriele Russo. "Come è giusto che si reciti?"; "Cosa è giusto che si reciti?; "Il teatro è intrattenimento?"; "Il teatro è impegno civile?"; Questi alcuni degli interrogativi che l’autore suggerisce nel suo testo, quesiti pertinenti al mestiere di attore e alle ragioni dell’arte teatrale; quesiti ai quali il regista non pensa di dare una risposta ma ne immagina una messinscena: uno Spettacolo Comico che offra innanzitutto agli addetti ai lavori una importante possibilità di riflessione sulle ragioni delle loro scelte artistiche, ma che soprattutto permetta al pubblico di riconoscersi nelle vicende dei protagonisti…

Dal 27 aprile al 2 maggio è la volta de “Il poeta volante”, presentato da Associazione Il Poeta Volante. Scritto e diretto da Angelo Ruta, lo spettacolo racconta la storia del poeta Lauro De Bosis: la sera del 3 ottobre 1931 De Bosis, a bordo di un piccolo aereo, vola su Roma per lanciare 400mila volantini antifascisti, pur sapendo di andare incontro a morte sicura. È la conclusione di una lotta clandestina, combattuta solo a colpi di penna, negli anni in cui vengono promulgate le leggi contro la libertà di espressione e di stampa…
De Bosis è un antieroe, uno che per esprimere il suo dissenso scrive di Icaro e di Antigone piuttosto che impugnare un’arma. Proprio per questo ci colpisce. Col suo volo si entra nel cuore di una storia che esprime una umanissima pietà e il cui significato più profondo sta nella sua cifra etica…

Dal 4 al 9 maggio va in scena “Per il vostro bene”, spettacolo presentato da Zocotoco Produzioni, scritto da Margherita D’Amico e diretto da Luca Zingaretti. Autore di un libro esemplare sul significato profondo della buona educazione, il professor Mainella è stato invitato dal preside di una scuola media a tenere una conferenza dinnanzi a quella stessa, esasperante scolaresca che lo ha indotto a ritirarsi. Per il vostro bene è il titolo del volume per cui l’oratore è conosciuto e anche del discorso che egli terrà ai ragazzi idealmente seduti in platea. Ma le sue parole, di fatto, si rivolgono a un pubblico di ogni età, poiché citando la storia e i poeti antichi, ma parlando pure di scimpanzè e gorilla, di rituali di accoppiamento e di reality show, di tecniche di furto e di etimologia della parola “cafone”, egli analizza lo stretto rapporto fra la forma e la sostanza ed esorta alla riflessione...

A concludere la rassegna, dall’11 al 16 maggio, ancora Libera Scena Ensemble con “La sala del convegno”, omaggio a Francesco Cangiullo, scrittore, poeta e pittore italiano che partecipò attivamente al Futurismo e alla redazione dei manifesti futuristi. L’omaggio, nella drammaturgia di Ugo Piscopo, si concentra su Piedigrotta, il poema che Cangiullo pubblicò nel 1916, ispirato alla omonima festa popolare; con la regia di Renato Carpentieri, lo spettacolo è un’azione teatrale in due quadri, il primo dei quali è dedicato al retroscena dove Marinetti, Cangiullo, Folgore e Balla si preparano alla rappresentazione della Piedigrotta, il secondo è invece dedicato alla resa scenica e teatrale del testo cangiulliano.