Venerdý 30 Settembre 2016
...per installare una stazione meteo o una webcam clicca qui
Campaniameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
.:: Basilicatameteo.it ::.
.:: Basilicatameteo.it - POTENZA: "DI FIABA IN FIABA" (ottobre 2009/aprile 2010) ::.

POTENZA: "DI FIABA IN FIABA" (ottobre 2009/aprile 2010)
(Articolo letto 2418 volte)

Potenza: "Di fiaba in fiaba" (ottobre 2009/aprile 2010)
Rassegna di Teatro per ragazzi presso il Teatro Don Bosco e il Teatro F. Stabile

 

Dal 23 ottobre 2009 al 9 aprile 2010 - Ore 18:30
Potenza, Teatro Don Bosco e Teatro F. Stabile 
DI FIABA IN FIABA 
II^ Rassegna di Teatro ragazzi
 
 
    
Ingresso: ore 18.00
Sipario: ore 18.30

Biglietti: € 5,00
Biglietti gruppi scolastici (minimo 10 persone): € 4,00
Promozione famiglie (3 componenti): € 13,00 - ogni componente successivo paga € 3,00


Programma

23 ottobre - Teatro Don Bosco
“PINOCCHIOO!”
un burattino (bambino?) in fuga
liberamente ispirato al libro di Carlo Collodi
di Nicoletta Briganti, Renato Patarca, Lino Terra, Fabrizio Valentini, Natascia Zanni
con Renato Patarca, Nicoletta Briganti,Umberto Rozzi, Mauro Vitali
regia Lino Terra
Tecnica utilizzata: teatro di figura e teatro d'attore
Fascia d’età: dai 5 ai 10 anni; Durata: 60’

Liberamente tratto dal capolavoro di Collodi, lo spettacolo del Teatro del Canguro è anche un simbolico omaggio alle versioni precedenti che altri (a teatro, al cinema e in televisione) hanno tratto dal mitico Pinocchio. Utilizzando figure ed oggetti animati mossi da animatori discreti ed attenti, lo spettacolo punta sulle immagini e restituisce le suggestioni e le emozioni che tutti abbiamo provato leggendo le pagine di Collodi.
“La speranza è quella di acciuffare il trasgressivo burattino, in fuga da se stesso e dal mondo, non tanto per renderlo saggio ed ubbidiente, quanto piuttosto per guardarlo negli occhi e confrontarsi con lui… perché Pinocchio è “sempre altrove, è sempre più in là, è sempre…oltre! Pinocchio non appartiene al nostro mondo adulto e retto da regole; le situazioni che vive sono sempre esasperate: è ciuco da circo, è cane da guardia, vive in una balena, sopravvive ad un’impiccagione…Forse non lo raggiungeremo mai, ma sarà sempre divertente e misterioso corrergli appresso!”


31 ottobre - Teatro F. Stabile
Pulcinella di Mare
L’ANTICA TRADIZIONE DI PULCINELLA
Testo, Burattini e Regia di Gaspare Nasuto
Scenografia di Nico Taminto
Tecnica utilizzata: le autentiche guarattelle napoletane
Fascia d’età: per tutti; Durata: 50’
Premio Aelion Puppet 2006; Premio Eboli 2007

Dai classici canovacci delle guarattelle (antica forma di burattini a guanto nata a Napoli nel 1500) ne L’antica tradizione c’è tutto il fascino di questa antica arte e ritroviamo tutti i suoi più tipici personaggi: il boia, il carabiniere, il monaco, il cane, la morte, il diavolo, il guappo e Teresina, con Pulcinella arrestato e condannato all’impiccagione, per un’ora di autentico divertimento.


7 novembre - Teatro Don Bosco
Accademia Perduta Romagna Teatri
IL LUPO E I SETTE CAPRETTI
Di e con Danilo Conti e Antonella Piroli
Tecnica utilizzata: Teatro d’attore, pupazzi, oggetti
Fascia d’età: 3-7 anni; Durata: 50’

Un lupo desidera divorare sette capretti e aspetta l’occasione favorevole, che si presenta quando la mamma capra li lascia soli per andare a fare la spesa. I capretti, messi all’erta dalla loro mamma, si chiudono in casa, ma alla fine il lupo, aiutato anche dall’indifferenza e dall’egoismo di alcuni personaggi, riesce a divorare sei dei sette capretti. Il settimo, però, si salva nascondendosi in una pendola…
La celebre fiaba dei fratelli Grimm in un lavoro che prosegue la ricerca della compagnia sul linguaggio della fiaba e sulle tecniche di animazione; un tappeto bianco (che ricorda la trapunta di un lettone, luogo ospite di molti racconti della buonanotte) è lo spazio dal quale sorgono le scene della storia…


20 novembre - Teatro Don Bosco
Teatro Verde
LA BELLA ADDORMENTATA
Con Andrea Calabretta, Mauro Conte, Vittoria Rossi
Regia di Vania Castelfranchi
Tecnica utilizzata: mista (attori, burattini, pupazzi, ombre)
Fascia d’età: 3-8 anni; Durata: 60’
Spettacolo vincitore del Premio Silvia-Molfetta 2007

Sono passati ormai cento anni da quando la bella Aurora si punse e si addormentò a causa della malefica strega. Oggi il principe Gegè dovrebbe affrontare tre terribili prove per liberare la principessa da questo lunghissimo sonno. Ma sarà invece Zero, l’umile scudiero di Gegè, a fronteggiare la foresta incantata, l’orco ed il mostro alato…L’antica fiaba “La belle au bois dormant”, trascritta alla fine del 1600 da Charles Perrault, viene ricreata in chiave moderna da Andrea Calabretta per narrare- attraverso gli attori, le ombre e i burattini -il valore profondo del sogno; e per ricreare il tempo sospeso dei racconti, quel momento in cui, ascoltando fiabe antiche e magiche, ci si lascia affascinare da misteriosi personaggi.


9 dicembre - Teatro Don Bosco
Il Baule Volante
LA BELLA E LA BESTIA
Di Roberto Anglisani e Liliana Letterese
Con Liliana Letterese e Andrea Lugli
Regia di Roberto Anglisani
Tecnica utilizzata: teatro d’attore e narrazione nello spazio
Fascia d’età: 6-12 anni; Premio Eolo Awards 2007; Premio della critica al festival Lugliobambino di Campi Bisenzio

Un mercante, padre di tre figlie, si smarrisce nel bosco. Trova rifugio nel palazzo della bestia, un essere orribile per metà uomo e per metà belva. Qui, durante il tentativo di rubare una rosa, viene sorpreso dalla Bestia, che lo minaccia di morte. A meno che…
Attraverso la classica storia di un amore impossibile, che supera ogni barriera, La bella e la bestia ci parla innanzitutto del tema della diversità; ed in particolare dell’accettazione del diverso e dell’altro da sé. Lo spettacolo ha vinto il Premio Eolo Awards 2007 “Per avere rinnovato il teatro di narrazione con la regia di un fine raccontatore come Roberto Anglisani (…) e per essere riusciti ad esprimere sul palco tutte le varie sfaccettature di una realtà stupida e opprimente che non accetta più la dolcezza e la diversità, facce uguali di una stessa medaglia”.


19 dicembre - Teatro F. Stabile
Artistidea
TUTTI DICON…BUON NATALE
Di Sonia Viviani
Con Sergio Valastro, Sonia Viviani, Mario Rinaldoni, Gemma Marigliani, Antonella Alfano
Regia di Sonia Viviani
Tecnica utilizzata: teatro d’attore
Fascia d’età: 4-12 anni; Durata: 70’

Nel mondo di Giocattolandia, società della Befana e di Babbo Natale, fervono i preparativi. Natalina e Gennaro, i loro rispettivi figli, stanno affannosamente preparando gli ultimi regali da consegnare. Quante richieste, quanto carbone, quanto lavoro! Ma anche se per Giocattolandia sembra un periodo di grande successo, in realtà il racconto evidenzia lo sfrenato consumismo a cui è ormai legata questa festività…per questo si chiederà agli spettatori di salvare un abete dal suo abbattimento; di consolare i giocattoli che nel giro di un anno sono passati di moda e nessuno vuole più; e, soprattutto, di ricordare che ci può essere qualcuno per il quale il Natale non sarà solo gioia e felicità.
Per questo alla rappresentazione è abbinata una raccolta di doni per i bambini più bisognosi…


6 gennaio - Teatro F. Stabile
Artistidea
IN VOLO CON BEFY
Commedia musicale di Sonia Viviani
Tecnica utilizzata: Teatro d’attore
Fascia d’età: per tutti; Durata: 70’

“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte”, ma Befy, poverina, di rotto ha anche la schiena. Tutto quel carbone, tanto, troppo! E lei non è più quella di una volta. Non ce la fa più, deve ritirarsi, la consegna dei doni non la può più fare! I propri figli la convincono quindi a chiamare Befagna, la figlia che vive in Spagna. Befagna deve diventare la nuova befana, prendendo il posto della madre. Ma non vuole, ha altri progetti per la sua vita. E allora? Chi aiuterà la befana? Chi raccoglierà la tradizione? Chi sarà la prossima Befana? Venite a casa di Befy e lo scoprirete! Lei sarà lieta di ospitarvi perché il suo animo è buono, divertente e canterino…E oggi è la sua festa! Ci saranno musica e canzoni, calze, calzini e calzettoni!


22 gennaio - Teatro F. Stabile
Teatro dei Colori
STORIE DI KIRIKU’
Pensieri sull’Africa perduta
Testo, regia, voce narrante: Gabriele Ciaccia
Con Fausto Leonio, Paola Munzi
Tecnica utilizzata: teatro d’attore
Fascia d’età: 6-10 anni; Durata: 70’

Kirikù è un bimbo strano, speciale. E’ un bambino, ma anche un eroe. Capisce che il suo mondo, il suo villaggio, vive una maledizione: la strega ha fatto seccare la fonte dell’acqua, ha fatto scomparire gli uomini e anche il suo papà. Ma Kirikù è coraggioso, supererà delle prove e libererà il villaggio dalla dannazione della strega. Prove, sconfitte, vittorie, riti di iniziazione, rapporti con gli elementi della terra, gli animali, la magia…una storia della tradizione africana dove si danza, si ascolta, si risponde, si partecipa con suoni e percussioni, stoffe ed oggetti, per riflettere su paure e desideri, fantasia e realtà, diversità e vicinanza tra differenti culture.


11 febbraio - Teatro F. Stabile
Centro Teatrale Corniani
FAGIOLINO SERVO DI DUE PADRONI
Testo e Regia di Maurizio Corniani
Burattinai: Maurizio Corniani, Elisa Gemelli
Tecnica utilizzata: burattini tradizionali in baracca
Fascia d’età: per tutti; Durata: 70’

Il vile denaro è il motivo dominante di questa produzione. Avidità, egoismo, avarizia, prepotenza, imbarbarimento dell'essere umano davanti al denaro che tutto nasconde e tutto trasforma. Due storie che si intrecciano, nove burattini, e Fagiolino che si ritrova in mezzo a questioni più grandi di lui: dall'innamoramento di un giovane ad un vecchio decrepito che “compra” (!) un matrimonio; da un prepotente e temibile avventuriero che tenta di sottrarre a due donne innocenti l'eredità del defunto, alla sua eterna ed intramontabile fame che non viene mai soddisfatta appieno. I burattinai - interpreti e animatori di una delle storiche compagnie italiane di quest’arte magica -usano i burattini per trattare temi d'attualità, temi che dividono famiglie e creano astio, ma che vengono risolti alla fagiolinesca maniera con il purgante San Pellegrino. Infatti il nostro eroe, ingaggiato da due padroni che si possono definire "occasionali", risolve con buon senso – e a suon di legnate- le situazioni più ingarbugliate e inaccettabili.


16 febbraio - Teatro F. Stabile
PULCINELLA E CARNEVALE
Spettacolo di guarattelle di e con Bruno Leone
Tecnica utilizzata: le antiche guarattelle napoletane
Fascia d’età: per tutti; Durata: 90’

Da una tradizione che risale a girovaghi e saltimbanchi medievali, Bruno Leone ha ripreso stili e canovacci, contribuendo con efficacia alla ripresa di un genere teatrale tanto importante per la storia della cultura napoletana ed europea. Alternando storie antiche e moderne, coniugando memoria e attualità, lo spettacolo cerca di ricreare l’atmosfera del Carnevale, di questo tempo mitico per eccellenza, tempo in cui Pulcinella nasce come leggenda. Un processo alla maschera, giochi collettivi, intrecci alla commedia dell’arte, risate e travestimenti.


26 febbraio - ore 18.00 - Speciale fuori abbonamento
Dal Teatro Sistina in Roma
Dal Premio Nobel Dario Fo
Dal riformatore della commedia dell’arte Carlo Goldoni
Teatro Don Bosco
ARLECCHINO
Commedia ridicolosa in musica

Uno spettacolo musicale frutto della miscela dei testi originari di Carlo Goldoni e Dario Fo, che ripropone la tradizione del teatro dell’Arte in modo divertente e originale: Arlecchino, Pantalone, il Dottore, Brighella, Smeraldina e il Capitano ci faranno entrare nel gioco fantastico del teatro ed incontrare momenti di vita del comici del 1500. Le canzoni, le musiche, i colori, le coreografie, faranno apparire e sparire questo gran carro di maschere che viaggia nella magia del teatro.
Un’occasione unica per vivere la magica atmosfera del carnevale!

Diretto da Tommaso Paolucci; scenografie di Antonio Angeletti e Romano Bibini; costumi di Giovanni Ciacci e Gina Giovanni; Realizzazione Fondali di Ada Borgiani; Realizzazione Maschere Sartori


6 marzo - Teatro F. Stabile
Compagnia Burambò
LE AVVENTURE DI CAPPUCCETTO ROSSO
Di e Con Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli
Tecnica utilizzata: burattini
Fascia d’età: dai 3 anni; Durata: 50’
Vincitore Premio nazionale “Qui comincia l’avventura”

E’ la fiaba conosciuta da tutti i bambini del mondo, ma il bosco di Cappuccetto Rosso è popolato da altri simpatici e coloratissimi personaggi di fantasia che riservano moltissime sorprese ed aumentano la partecipazione dei piccoli spettatori, garantendo il massimo del gioco e del divertimento. Lo spettacolo, semplice e lineare, scorre gradevolmente e con garbo, aiutato dalla musica dal vivo del flauto, del tamburo e dell’armonica a bocca; la scenografia si distingue per l’originalità di alcune soluzioni. Vincitore del Premio Nazionale “Qui comincia l’avventura”


20 Marzo - Teatro F. Stabile
Tieffeu
IL BRUTTO ANATROCCOLO
Spettacolo di pupazzi e narratore di Mario Mirabassi
Con Giancarlo Vulpes, Elisabetta Rongoni, Anna Melchiorri
Tecnica utilizzata: Teatro di narrazione e di figura
Fascia d’età: 3-8 anni.

La notissima storia di Andersen in una rivisitazione che vuole sottolineare, sopra ogni altra cosa, la questione della diversità. Il bisogno di socialità e di appartenenza; la difficoltà di vivere in armonia con propri simili che non ci accettano. La diversità come pregio anziché come difetto. Il Brutto anatroccolo, infatti, non rinasce a nuova vita diventando un cigno, perché cigno lo è sempre stato, fin dall’inizio. Con i ritmi tipici del racconto di fiabe lo spettacolo racconta la scoperta del mondo e la progressiva emancipazione del brutto anatroccolo attraverso le pagine di un grande libro per l’infanzia, che diventa un pop up tridimensionale. Le figure sono realizzate con una tecnica innovativa, che prevede delle soluzioni meccaniche che consentono dei movimenti realistici. Ada Mirabassi realizza marionette e pupazzi con uno stile inconfondibile, usando sapientemente la gommapiuma e il cromatismo.


9 Aprile - Teatro don Bosco
Il Baule Volante
ATTENTO PIERINO...ARRIVA IL LUPO!
Tratto da “Pierino e il lupo”
di Sergej Prokofiev
Con Liliana Letterese, Andrea Lugli,
Nicola Zampieri
Testo e Regia di Andrea Lugli
Tecnica utilizzata: teatro d'attore
e pupazzi animati a vista
Fascia d'età: 3-10 anni;
Durata: 45'

La celebre fiaba di Pierino e il lupo, musicata da Sergej Prokofiev, narra la storia di un ragazzo che, con l'aiuto dei suoi inseparabili amici animali, riesce a catturare un ferocissimo lupo. Ogni personaggio della storia è contraddistinto da uno specifico strumento musicale, che ne facilita l'identificazione e che ha reso giustamente notissima questa fiaba musicale che Prokofiev aveva composto con lo scopo di educare alla musica i ragazzi delle scuole russe. Un tema e uno strumento differente caratterizzano ciascun personaggio: l'uccellino è ritratto dal suono del flauto, il nonno col fagotto, il gatto col clarinetto, l'anatra è l'oboe, il lupo i corni, i cacciatori i timpani, Pierino risulta dal suono di tutti gli archi dell'orchestra: viole, violini, violoncelli e contrabbassi.
La storia è narrata da un attore/narratore e da due animatori che interagiscono con i pupazzi in gommapiuma. Una sorta di danzaracconto che vanta 500 rappresentazioni e la partecipazione a rassegne di rilievo nazionale.

 
Per informazioni: www.comune.potenza.it