Sabato 01 Ottobre 2016
...per installare una stazione meteo o una webcam clicca qui
Campaniameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
.:: Basilicatameteo.it ::.
.:: Basilicatameteo.it - MATERA: LE GRANDI INTEPRETI DEL JAZZ AL GEZZIAMOCI 2010 ::.

MATERA: LE GRANDI INTEPRETI DEL JAZZ AL GEZZIAMOCI 2010
(Articolo letto 2416 volte)

Il nuovo appuntamento del Gezziamoci 2010 è per domenica sera alle 20, a Villa Schiuma con la cena-concerto con Flora Faja. La celebre inteprete siciliana presenterà il suo primo cd “italian songs”.


«Riproponiamo la formula della cena- concerto – spiega Gigi Esposito, presidente dell’Onyx Jazz club – dopo il positivo esordio dei mesi scorsi, a conferma della partnership con l’associazione Villa Schiuma  che ci ha seguiti anche nell’edizione del Gezziamoci estate 2009.
Abbiamo apprezzato molto il progetto di Flora Faja che rappresenta uno staordinario esempio del patrimonio artistico che la musica italiana, e il jazz in particolare, possono vantare e sul quale l’Onyx vuole puntare. Il concerto di domenica sarà un evento nell’evento».

“ITALIAN SONGS” Primo disco di Flora Faja, cantante jazz palermitana che alterna l’attività concertistica con quella didattica. “Italian songs” dimostra, una volta di più, come la canzone d'autore ben si sposi con il jazz con una lunga serie di “evergreen” della canzone italiana. Gli arrangiamenti e la direzione musicale è affidata al pianista Giovanni Mazzarino mentre non si contano le presenze illustri del jazz nostrano: da Fabrizio Bosso, tromba in molti brani, all’astro nascente Francesco Cafiso, sassofono.

Docente di canto abile e rigorosa, messasi in luce negli anni Novanta alla corte di uno storico vibrafonista del jazz come Enzo Randisi, Flora Faja giunge al suo importante esordio discografico dopo una più che corposa trentennale carriera. Con gli agili e moderni arrangiamenti architettati da Giovanni Mazzarino, la grintosa vocalist palermitana mette in fila una serie di classici della canzone italiana rivisitati in forma di medley. Questi ultimi sono ricuciti da micro composizioni scritte dalla stessa Faja (insieme a Mazzarino), che delimitano o forse è meglio dire, prolungano l'effetto emozionale delle "canzoni".

La formazione:
Giovanni Mazzarino – piano
Orazio Maugeri – sax alto
Riccardo Lo Bue – basso
Fabrizio Gianbanco – batteria