Domenica 25 Settembre 2016
...per installare una stazione meteo o una webcam clicca qui
Campaniameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
.:: Basilicatameteo.it ::.
.:: Basilicatameteo.it - LE CATENE DA NEVE: QUALI ACQUISTARE E COME MONTARLE ::.

LE CATENE DA NEVE: QUALI ACQUISTARE E COME MONTARLE
(Articolo letto 582 volte)

Articolo in collaborazione con www.sicurauto.it

 

Concetti preliminari


La guida sulla neve richiede una particolare attenzione, per questo, ogni manovra deve essere ponderata al fine di evitare reazioni indesiderate dell’autoveicolo. Ovviamente in questi casi le gomme “estive” risultano insufficienti per far fronte alla situazione; con quelle invernali il problema viene risolto, ma solo in parte, a patto che, lo strato di neve non sia molto alto; se la neve o il ghiaccio formano uno strato alto, anche con l’adozione di coperture termiche, il problema persiste ed è necessario passare ad altre soluzioni; ne i dispositivi elettronici, ne la trazione integrale sono in grado di aiutarci.

L’unica soluzione, è affidarsi all’uso di catene o di ragni (spider spikes); da ciò si può capire perchè , alcune strade sono percorribili solo con l’ausilio delle catene, per la propria e l’altrui sicurezza; queste strade sono contrassegnate con l’apposito segnale nel quale è raffigurata una ruota che le monta. I trasgressori vengono puniti con una multa di circa 70.000 lire.
E’ da ricordare inoltre che con le catene montate, il limite è di 50 km orari.

Prima di acquistare le catene


Prima di comprare le catene è necessario verificare che esse siano compatibili con la Vostra autovettura, per questo motivo esistono catene con maglie di diversa sezione (maggiore o minore ingombro in cambio di maggiore o minore resistenza ed efficienza), in modo da adattarsi alle varie autovetture; in alcuni casi anche la maglia più stretta non va bene, (ad esempio nelle macchine con pneumatici maggiorati) perché le catene urtano con gli organi meccanici collegati alla ruota (le sospensioni o addirittura la scocca). Allora si rende necessario l’uso dei ragni, molto più pratici e veloci da montare, ma anche molto più costosi. Prima di acquistare le catene bisogna dunque scegliere il modello giusto per le proprie esigenze, dal momento che esistono una varietà di modelli con diverse caratteristiche e diversi prezzi d’acquisto.

I vari modelli di catene


Chi vive in montagna o ci va spesso e ha frequentemente bisogno delle catene per percorrere lunghi tragitti, farà bene a scegliere catene a rombo di almeno 12 millimetri. Chi invece abita in città nelle quali nevica raramente e usa l’auto solo per brevi spostamenti può tranquillamente adottare modelli più economici.
Passiamo ora  in rassegna i principali modelli di catene.

Maglia a rombo: è la più facile da montare, è quella che garantisce la migliore tenuta di strada ed è proprio per questo motivo che costa di più delle altre.

Maglia a Y: è la classica via di mezzo: si monta facilmente, offre una buona tenuta di strada e generalmente costa meno.

Maglia a scala: è la più economica e la più complicata da montare perché è necessario spostare l’auto avanti e indietro più volte. Questa scelta deve essere privilegiata da chi usa le catene una o due volte l’anno e per brevi tratti di strada.
Come montare le catene:
Prima di affrontare un viaggio nel quale si conta di usare le catene, è opportuno fare alcune prove di montaggio, magari nel cortile di casa propria, per non avere poi difficoltà in caso di effettiva necessità. Unitamente all’acquisto delle catene è necessario comprare dei guanti di gomma robusti, perché nel montaggio delle catene, si viene a contatto con le ruote della macchina, che a causa dell’umidità provocata dalla neve, e della sporcizia del manto stradale, saranno sporche. Le catene vanno sempre montate sulle ruote motrici, mentre in caso di automobile a trazione integrale sarebbe consigliabile metterle su tutte e quattro le ruote (2 coppie di catene quindi); in quest’ultimo caso, avendo a disposizione una sola coppia di catene, si preferisce montarle sull’anteriore in modo che la macchina mantenga direzionalità.

Le varie fasi di montaggio delle catene

›› Far passare un capo del cavo dietro la ruota, in modo che le due estremità restino verso l’esterno. (Fig. 1)
›› Sollevare la catena il più possibile e agganciare il cavo, facendolo poi scorrere sul retro. (Fig.2)
›› Fissare gli altri ganci e assicurare il tutto come indicato dalle istruzioni. (Fig.3)

Queste sono le fasi di montaggio delle catene; è poi necessario, dopo l’uso, il lavaggio con acqua calda e l’asciugatura, perché solitamente la neve è stata trattata col sale che, come è noto, è un agente molto corrosivo (in realtà è opportuno lavare anche l’auto per lo stesso motivo). I ragni Alcune autovetture non possono montare le semplici catene, anche quelle a maglia molto stretta, per via degli pneumatici maggiorati che farebbero sbattere le maglie delle catene contro la carrozzeria o contro gli ammortizzatori; queste limitazioni vengono riportate nel libretto di istruzioni e devono essere seguite scrupolosamente.

In questi casi ci sono due possibilità: cambiare le gomme estive maggiorate con delle gomme invernali con misura più piccola (ed in caso di necessità montare sopra le catene), oppure adottare i ragni (spider spikes).

I ragni sono un costoso sistema, che permette alle auto che non hanno lo spazio per le catene, di andare sulla neve; essi sono composti da un particolare gancio che si attacca al cerchione tramite i dadi che tengono la ruota nel mozzo; in questo gancio si attaccano appunto in caso di necessità i ragni con una operazione che dura pochi secondi, e può essere effettuata da tutti.


Il ragno rimane attaccato alla ruota tramite il gancio che sta all’altezza del mozzo, quindi non crea nessun ingombro nella parte interna della ruota; per questo motivo i ragni possono essere montati dovunque.
Spero di aver esaudito tutti i Vostri dubbi sulle catene e sui ragni; per maggiori delucidazioni potete utilizzare il forum
Guidate in maniera sicura per Voi e per gli altri!

La guida sulla neve richiede una particolare attenzione, per questo, ogni manovra deve essere ponderata al fine di evitare reazioni indesiderate dell’autoveicolo. Ovviamente in questi casi le gomme “estive” risultano insufficienti per far fronte alla situazione; con quelle invernali il problema viene risolto, ma solo in parte, a patto che, lo strato di neve non sia molto alto; se la neve o il ghiaccio formano uno strato alto, anche con l’adozione di coperture termiche, il problema persiste ed è necessario passare ad altre soluzioni; ne i dispositivi elettronici, ne la trazione integrale sono in grado di aiutarci.

L’unica soluzione, è affidarsi all’uso di catene o di ragni (spider spikes); da ciò si può capire perchè , alcune strade sono percorribili solo con l’ausilio delle catene, per la propria e l’altrui sicurezza; queste strade sono contrassegnate con l’apposito segnale nel quale è raffigurata una ruota che le monta. I trasgressori vengono puniti con una multa di circa 70.000 lire.

E’ da ricordare inoltre che con le catene montate, il limite è di 50 km orari.