Sabato 01 Ottobre 2016
...per installare una stazione meteo o una webcam clicca qui
Campaniameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
.:: Basilicatameteo.it ::.
.:: Basilicatameteo.it - PARCO ARCHEOLOGICO DI GRUMENTUM - GRUMENTO NOVA (Potenza) ::.

PARCO ARCHEOLOGICO DI GRUMENTUM - GRUMENTO NOVA (Potenza)
(Articolo letto 2416 volte)

 

Indirizzo: Contrada Spineta - Grumento Nova (Potenza)
Telefono: 0975/65074
Giorni e orario d'apertura: dalle ore 9 – ad un'ora prima del tramonto
Chiusura settimanale: lunedì mattina
Costo del biglietto: biglietto unico per museo e parco acheologico, da acquistare presso il Museo

Come arrivare: sull'Autostrada Salerno-Reggio Calabria uscita Padula; poi S. S. 103 con direzione Taranto, uscita Grumento scavi

A circa 5 Km dal centro abitato si trova il Parco Archeologico di Grumentum, da molti definita la “Piccola Pompei Lucana”: con una  superficie di oltre 40 ettari è considerato il più importante sito romano in Basilicata.
Si può raggiungere tramite una strada di collegamento veloce che s’imbocca in contrada Giardino.

Agli inizi del III secolo a.C., l'occupazione romana della Basilicata cominciò con la fondazione della colonia latina di Venusia e proseguì con la fondazione di Grumentum  che divenne in breve tempo la più importante città della Lucania Meridionale.

La città si presentava con una forma allungata. L’impianto ortogonale seguiva l’orientamento della collina e si articolava su tre terrazze percorse da tre strade longitudinali, a loro volta percorse da una serie di assi trasversali.
Nel 207 a.C. la città presentava già una cinta di mura, che furono poi restaurate nel 57 e nel 51 a.C., nello stesso periodo in cui fu costruito il porticus.


Tra l’età triumvirale e l’età augustea furono costruiti edifici pubblici come quelli per lo spettacolo, le terme ed il foro.
L’aspetto urbanistico e architettonico che Grumentum raggiunse in età giulio - claudia rimase quasi intatto fino all’età imperiale, epoca in cui fu costruito un complesso termale.


Nell’età di Aureliano fu ampiamente modificato il teatro e furono restaurate le terme.
In età imperiale Grumentum aveva aspetto monumentale.
Dal V sec. d.C. la città cominciò a decadere: gli edifici pubblici furono abbandonati e comparvero le prime tombe entro le mura cittadine ma  una piccola comunità continuò a vivere in quello che restava della città di Grumentum fino al VII sec. d.C.

Il parco archeologico si trova  in un ambiente naturale particolarmente suggestivo.
Di recente, nel parco archeologico di Grumentum sono stati realizzati percorsi attrezzati e spazi espositivi all'interno di case rurali  opportunamente ristrutturate.

Da non perdere


il teatro,
il foro,
le terme repubblicane
le terme imperiali (dove sono stati riportati alla luce circa 300 mq di mosaici)
l’anfiteatro del I sec. d.C,
gli edifici pubblici e religiosi,
alcune abitazioni private
la pavimentazione lastricata di un decumano

Nei pressi dell’area archeologica è sorto il Museo Nazionale dell’alta Val d’Agri che, tramite i reperti rinvenuti negli scavi e diverso altro materiale rinvenuto su tutto il territorio della Valle, ne illustra la storia e l’avvicendarsi delle diverse civiltà.
Il Museo è strutturato su tre livelli, nei quali i materiali sono ordinati in successione cronologica.