Martedý 27 Settembre 2016
...per installare una stazione meteo o una webcam clicca qui
Campaniameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
Basilicatameteo.it
.:: Basilicatameteo.it ::.
.:: Basilicatameteo.it - VENOSA (Potenza)- AREA ARCHEOLOGICA DI VENUSIA ::.

VENOSA (Potenza)- AREA ARCHEOLOGICA DI VENUSIA
(Articolo letto 2417 volte)


Venosa costituisce uno straordinario esempio di continuità storica tra età romana, medioevo ed età moderna.

Le testimonianze più significative della colonia latina di Venusia (fondata nel 291 a.C.) sono riferibili a terme pubbliche di I - III secolo d.C., ad una grande domus con pavimenti a mosaico di prima età imperiale.

Alcuni edifici a carattere abitativo, in uso dal II secolo a.C. sino al V-VI secolo d.C., sono inseriti in un isolato delimitato da due strade basolate. In quest'area, ai margini della città antica, è ubicato un anfiteatro, costruito in opera reticolata nel I secolo d.C.
Di tale monumentale edificio per spettacoli sono visibili, solo in minima parte, le gradinate, mentre i resti più significativi si riferiscono al corridoio di passaggio e ad alcuni ambienti sotterranei di servizio posti al centro dell'arena.

A breve distanza, nello stesso sito, tra V e VI secolo d.C. sorge un complesso episcopale caratterizzato da un battistero.

In età normanna questo importante monumento religioso viene inglobato in una grande Abbazia dedicata alla Santissima Trinità, costruita da Roberto il Guiscardo. Gli stessi Normanni, nel 1135 decidono di realizzare un consistente ampliamento dell'Abbazia. Si tratta di un intervento estremamente ambizioso che non sarà portato a conclusione a causa del collasso della dinastia normanna verso la fine del XII secolo.

Il progetto dell'Incompiuta, che si arresta alla realizzazione delle mura perimetrali, si articola con una pianta a tre navate di forma allungata, divise da pilastri e colonne con grandi capitelli corinzi, e un profondo transetto. Il riutilizzo, nel corpo di fabbrica, di numerosi rilievi funerari di II - I secolo a.C., di iscrizioni latine ed ebraiche, di lastre provenienti dal foro di Venusia testimonia una sistematica spoliazione, in età medioevale, dei principali monumenti della città romana, che risponde, in primo luogo ad una precisa volontà della dinastia normanna di richiamare, nel proprio sacrario, i fasti del potere romano, di cui si considerano eredi.

Venosa (Potenza)
Indirizzo: località S. Rocco
Telefono: 0972/36095
Servizi al pubblico: visite guidate su prenotazione,
Giorni e orario d'apertura: 9.00 -20.00
Chiusura settimanale: martedì mattina
Costo del biglietto: € 2,50; biglietto unico per museo e parco archeologico
Riduzioni: secondo le disposizioni vigenti nei musei statali
Come arrivare: sulla Strada Statale 93 Potenza-Foggia, uscita Lavello e deviazione per Venosa