Mercoledý 28 Settembre 2016
Campaniameteo - Versione dispositivi mobili
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
.:: Campaniameteo.it ::.
.:: Campaniameteo.it - SORRENTO (Napoli) - Fotoreportage ::.

SORRENTO (Napoli) - Fotoreportage
(Articolo letto 2421 volte)


Come si arriva

In treno
Ferrovia Circumvesuviana da Napoli (Stazione Centrale Piazza Garibaldi, al piano inferiore) a Sorrento: treni regionali per Sorrento (durata circa 1 ora).

In auto
Da qualsiasi direzione si provenga, dopo aver imboccato l’autostrada A3, uscire a Castellammare di Stabia e proseguire sulla strada statale 145 fino a Sorrento, per circa 20 km.

In autobus
Da Roma (Stazione Tiburtina) a Sorrento: Autobus Marozzi
Bus giornalieri per Sorrento - Tel. 080/5790211 – Fax: 080/5790900  

In aereo
Dall’Aeroporto di Napoli Capodichino partono bus con sosta al Terminal 1 in direzione piazza Municipio e molo Beverello (porto). Durata circa 40 min. Bus ANM con sosta ai Terminal 1 e 2 per la stazione ferroviaria centrale in piazza Garibaldi. Per informazioni: www.anm.it

Dall'area arrivi dell'Aeroporto di Capodichino, bus giornalieri per la Penisola Sorrentina con gli autobus Curreri. (durata percorso: circa 60 minuti). I biglietti possono essere acquistati direttamente a bordo. Tel +39 081.80.15.420 / 081.80.16.376 Fax. +39-081.80.15.744

SORRENTO (Napoli)

E’ un comune in provincia di Napoli con circa 17.000 abitanti, situato a 50 metri sul livello del mare, su un terrazzo tufaceo, sulla costa che delimita a sud il golfo di Napoli.

E’ un centro agricolo, di artigianato (famosi i lavori di intarsio su legno) e frequentata stazione di soggiorno e villeggiatura, grazie alla sua incantevole posizione e al clima mite.

Da visitare il duomo quattrocentesco, riedificato nel XV secolo, con facciata neogotica, il Sedile Dominova, antica loggia (sec. XV) dei nobili sorrentini, la basilica di Sant’Antonino (sec. XIV) e la chiesa di S. Francesco d'Assisi, con un piccolo chiostro trecentesco.
Colonia greca, fu soggetta agli etruschi, agli osci e poi ai romani: durante l’impero  fu un ricercato luogo di vacanza. Nel Medioevo fu dominio dei goti, poi dei bizantini (552) e dovette difendere a lungo la propria autonomia contro  il ducato di Benevento, retto dai longobardi. Fu poi legata alle sorti del regno di Napoli.

Nel centro storico emerge il tracciato ortogonale delle strade di origine romana, mentre verso il monte sono presenti le mura cinquecentesche.

Nel "museo Correale" sono esposte collezioni di reperti greci e romani e di porcellane di Capodimonte, con una sezione di pittura dei secoli XVII - XIX ; dal parco si gode una magnifica vista sul golfo di Napoli.

Presso la Punta del Capo, 3 km a ovest, si trovano resti romani attribuiti alla villa di Pollio Felice (I secolo  d.C.).
Un'altra villa marittima è la "Villa di Agrippa Postumo".

 

                    Testo e foto di Alfredo Valente




© 2012 Società Meteorologica Mediterranea s.r.l.
Corso. G. Garibaldi, 23 - 84123 Salerno
P.IVA e Cod.fiscale: 04652260656
Tel. 089.8423334 - Fax 089.234450 - e-mail: info@campaniameteo.it
Utenti online: 98