Giovedý 29 Settembre 2016
Campaniameteo - Versione dispositivi mobili
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
.:: Campaniameteo.it ::.
.:: Campaniameteo.it - Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli da visitare la biblioteca, la collezione numismatica, affreschi ::.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE di NAPOLI
(Articolo letto 2418 volte)

Indirizzo: Piazza Museo Nazionale, 19 - 80135 Napoli (NA)

Telefono: 081-44 01 66 Fax: 081 – 44 00 13

Orario: 9.00-20.00 (ingresso sino alle 19.00).

Chiusura settimanale: martedì. Chiusura: 1° gennaio, 1° maggio, 25 dicembre (salvo diversa indicazione).

Per arrivare: Il Museo dista 2,0 km dalla Stazione centrale FFSS e 6,4 km dall’Aeroporto di Napoli-Capodichino. Si può arrivare al museo con il bus 201 o con la metro (fermate: piazza Cavour e Museo).

Nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli sono presenti raccolte di antichità fra le più importanti esistenti al mondo. L'edificio che ospita il Museo era destinato ad ospitare l'Università di Napoli, ma nel 1777 Ferdinando IV di Borbone trasformò il Palazzo in Museo Borbonico e Real Biblioteca per poter ospitare degnamente l’incredibile quantità di reperti provenienti dagli scavi di Pompei, Stabia e di Ercolano. Nel Museo fu esposta anche la straordinaria collezione di antichità dei Farnese, di età imperiale, rinvenute nel ‘500 a Roma, nelle Terme di Caracalla: imponenti le statue di Ercole e il Toro Farnese. nonché una raccolta di gemme incise, provenienti sia da ritrovamenti in Campania, sia dalla raccolta Farnese, tra cui la Tazza Farnese, uno dei cammei più grandi che si conoscano, realizzata ad Alessandria d'Egitto nel II sec. a.C. Importante anche la sezione epigrafica (con oltre 2.000 documenti, soprattutto in lingua latina, circa 200 in greco e un centinaio nei dialetti dei popoli italici) e la sezione egizia, con testimonianze a partire dal IV secolo a.C. La parte più corposa dell'esposizione è costituita dai reperti degli scavi di Pompei ed Ercolano, soprattutto dai mosaici pavimentali provenienti dai palazzi romani.

Di particolare interesse i mosaici della casa del Fauno di Pompei, con il celebre mosaico raffigurante la battaglia tra l'esercito di Alessandro il Macedone e i Persiani di Dario. Dalle ville di Pompei ed Ercolano provengono anche numerosi bronzi e marmi, suppellettili di ogni genere, di raffinata fattura, collezioni di argenti, oggetti di avorio e osso, terrecotte invetriate, strumenti chirurgici e di misurazione, strumenti musicali, vetri, tra cui spicca il Vaso Blu, realizzato con la tecnica del vetro cammeo.

Un'intera sezione è dedicata agli affreschi, che testimoniano l'elevato livello della pittura decorativa in epoca romana: 5 sale sono dedicate alle decorazioni del Tempio di Iside (Pompei), la cui scoperta determinò il primo grande afflusso di viaggiatori stranieri, al tempo del Grand Tour. Molto interessanti anche le sale dedicate alla Villa dei Papiri, residenza ercolanese dei Pisoni, dalla quale provengono sculture, bronzi e i celebri papiri con testi greci, oggi conservati nella Biblioteca Nazionale. È esposta qui una delle macchine escogitate per srotolare i circa 1800 papiri rinvenuti, schiacciati e semicarbonizzati, senza danneggiarli.

Nel Museo si può ammirare anche una collezione di numismatica unica al mondo, con più di 150.000 pezzi tra monete di epoca greca, romana, bizantina, medievale, rinascimentale e moderna, oltre agli originali della zecca borbonica. Interessante il grande Plastico di Pompei realizzato in sughero (in scala 1 : 100) fra il 1861 e il 1879.




© 2012 Società Meteorologica Mediterranea s.r.l.
Corso. G. Garibaldi, 23 - 84123 Salerno
P.IVA e Cod.fiscale: 04652260656
Tel. 089.8423334 - Fax 089.234450 - e-mail: info@campaniameteo.it
Utenti online: 112