Sabato 01 Ottobre 2016
Campaniameteo - Versione dispositivi mobili
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
.:: Campaniameteo.it ::.
.:: Campaniameteo.it - SULLE TRACCE DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA - ITINERARIO 2 ::.

SULLE TRACCE DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA - ITINERARIO 2
(Articolo letto 2430 volte)

ITINERARIO 2 - SULLE TRACCE DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA     ITALIANO

Il secondo itinerario “Sulle tracce della Scuola Medica Salernitana” conduce il visitatore, in una durata di circa tre ore, in tutti i luoghi legati alla Salerno Medioevale ed alla memoria della sua Scuola.

Via Mercanti

Il percorso storico-culturale per rivivere la Salerno medievale, parte da questa strada, sede del Museo Virtuale della Scuola Medica e si addentra tra i vicoli del centro storico, passando per la Cattedrale fino a raggiungere il Museo Roberto Papi ed il Giardino
della Minerva.
 
Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana

Situato nel cuore del centro storico, in via Mercanti, il Museo è stato realizzato dalla Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino
nell’ex chiesa di San Gregorio, per presentare con l’uso delle tecnologie informatiche più avanzate, la storia, i protagonisti, le
tematiche, i testi della Scuola Medica Salernitana.

Cattedrale di San Matteo

La cattedrale fondata da Roberto il Guiscardo, venne consacrata nel luglio del 1084 da Papa Gregorio VII rifugiatosi a Salerno.
E’ esemplata sul modello della chiesa abbaziale di Desiderio a Montecassino, con una pianta di tipo basilicale composta da tre  navate longitudinali,transetto ed un quadriportico.

Resti del Castel Terracena

Il Palazzo fu costruito per volere di Roberto il Guiscardo dal 1076 al 1080.
Sorgeva a ridosso delle mura orientali della città, sulla sommità di un’altura. La scelta del luogo fu certamente dettata dalla presenza, nelle immediate vicinanze, della cattedrale, voluta dallo stesso Roberto.
Notevoli le decorazioni in tufo che ricordano quelle del quadriportico del Duomo.

Chiesa di San Benedetto

La chiesa all’origine era parte dell’omonimo monastero fondato probabilmente nei secoli VII-VIII; ad esso era collegato l’imponente acquedotto, le cui tracce più evidenti sono visibili in via Arce.

Museo Roberto Papi

Il Museo della storia della medicina e della strumentazione chirurgica presenta una collezione di oggetti appartenenti a quasi tutte le branche della
medicina. Sono stati ricostruiti, per accogliere questa ricca collezione, ambienti originali che rappresentano scene di vita medica.

Via Trotula de Ruggiero e Museo di Storia della Medicina e della Strumentazione Chirurgica “Roberto Papi”

Il Museo sorge nello splendido palazzo Galdieri sito in via Trotula de Ruggiero, una strada con un nome significativo che segna ancor più l’importanza e i meriti ricoperti dall’insigne Scuola Medica Salernitana. La Scuola Medica oltre ad essere stata la
più antica scuola medica d’Europa, è stata la prima ad aprire la strada per l’emancipazione femminile nelle attività professionali.
Trotula de Ruggiero, nobile salernitana, vissuta nel XI secolo presso la corte longobarda di Guaimario IV, fu la prima donna medico famosa per aver scritto il trattato di ginecologia De mulierum passionibus ed il primo libro di cosmesi femminile,
il De ornatu. Le sue conoscenze in campo ginecologico furono straordinarie e molte donne ricorsero alle sue cure. Da tale via si accede al Giardino della Minerva, luogo di formazione di questa illustre “Schola”.

San Pietro a Corte

Il complesso di San Pietro a corte fu fondato da Arechi II, divenuto principe all’indomani della caduta del Regno longobardo per mano di Carlo Magno.
La chiesa costituisce la più importante fondazione longobarda esistente in città. Il sito presenta un’interessante stratigrafia archeologica che parte dall’ambiente del frigidarium delle terme romane fino all’alta cappella palatina.

Giardino della Minerva

Il Giardino della Minerva si trova nel cuore del centro antico di Salerno, in una zona denominata nel Medioevo “Plaium montis”, a metà strada di un ideale percorso che si sviluppa lungo l‘asse degli orti cinti e terrazzati. L’orto botanico fu realizzato da Matteo Silvatico, illustre esponente della Scuola Medica Salernitana,tra il XIII ed il XIV secolo.
Nello splendido scenario del Giardino della Minerva, sulla panoramica terrazza, di fianco alla fontana monumentale, si possono degustare decotti, infusi, macerati, aperitivi e biscotti tipici proposti dall’Associazione Culturale Nemus che gestisce la tisaneria comunale del Giardino della Minerva.

Castello Arechi

Dal Giardino, attraverso un sentiero che risale il “Plaium Montis” si raggiunge il Castello. La struttura, fondata nel corso del VI secolo, fu restaurata in epoca longobarda da Arechi II che trasferì la capitale del ducato da Benevento a Salerno, scegliendo come fulcro il castello che si eleva a 300 m sul livello del mare sulla cima del monte Bonadies.
All’interno del castello è possibile visitare il museo che raccoglie i materiali provenienti dalle campagne di scavi archeologici, mentre il settore delle cannoniere ospita delle istallazione multimediali.


ITINERARY 2 - TRACING THE HISTORY OF THE SALERNO MEDICAL SCHOOL    ENGLISH


The second itinerary “Tracing the history of the Salerno Medical School” takes the visitor, for a duration of about three hours, to all the places linked to the
memory of the Salerno Medical School.

Via Mercanti

The historical-cultural route which brings medieval Salerno back to life starts with the Cyber Museum of the Salerno Medical
School and then progresses through the back streets of the historical centre, passing by the Cathedral and continuing, also
following a chronological order, to the final destination, the Roberto Papi Museum and the Minerva Gardens.

Cyber Museum, Salerno Medical School

Situated in the heart of the historical centre, in Via Mercanti, the museum was founded in the former church of Saint Gregory and uses advanced computer technology to present history, protagonists, themes and texts of the Salerno Medical School.

Saint Mathew’s Cathedral

The cathedral was founded by Roberto Guiscardo and was consecrated in July 1084 by Pope Gregorio VII who was in refuge in Salerno atthe time. It was built on the
model of the abbey church of Desiderio in Montecassino, with the typical basilica plan of three longitudinal naves, transept and an entrance courtyard..

The remain of the Terracena Castle

The palace was built by Robert Guiscardo between 1076 and 1080. It stands over the eastern walls of the city, on a hilltop.
The choice of the site was certainly dictated by the presence of the cathedral in the immediate vicinity.To be noted are the decorations in tuff that are similar to those on the hall doors of the cathedral.

Saint Benedict’s Church

The church was first part of the homonymous monastery founded probably between the 7th and 8th centuries; it was linked to the large aqueduct,the traces of which are still visible in Via Arce.

The Roberto Papi Museum

The museum for the history of medicine and surgical instruments presents a collection of objects belonging to almost every field of medicine.
The original environment has been reconstructed to accommodate this rich collection which represents scenes of medical life.

Via Trotula de Ruggiero and the Roberto Papi Museum for the history of medicine and surgical instruments

The museum can be found in the splendid Galdieri Building, situated in Via Trotula de Ruggiero, a road with a significant name which marks the importance and the merits of the Salerno Medical School.
The Medical School, besides being the oldest school of medicine in Europe, was also the first to open the road to female emancipation in professional activities.
Trotula de Ruggiero, a Noble Lady from Salerno who lived in the 11th century and was part of the Lombard court of Guaimario IV, was the first female doctor and was famous for having written the gynaecological treatise De mulierum passionibus and the first book on female cosmetics,De ornatu.
Her knowledge in the gynaecological field was extraordinary and many women wentto her to be treated.
This road then leads to the Minerva Gardens, the place where this famous “Schola” had her formation.

Saint Peter’s Court

The Saint Peter’s Court complex was founded by Arechi II, who became prince after the fall of the Lombard kingdom atthe hand of Charlemagne.
The church is the most important Lombard foundation existing in the city.
The site presents an interesting archaeological stratification starting from the frigidarium ambient of the roman spas up to the high palatine chapel.

The Minerva Gardens

The Minerva Gardens are in the heart of the ancient centre of Salerno, in an area which during medieval times was called “Plaium montis”, and half way along an imaginary route that follows the axis of the walled
and terraced gardens.
The botanical gardens of which we have memory were constructed by Matteo Silvatico, a famous exponent of the Salerno Medical School, between the 18th and 19th centuries.
In the splendid scenery of the Minerva Gardens, on the magnificent panoramic terrace next to the monumental fountain, you can taste herbal teas, drinks and local biscuits offered by the Cultural Association, Nemus, which runs the tea house of the Minerva Gardens on behalf of the local council.

The Arechi Castle

Leaving the Gardens and following a path that climbs the “Plaium Montis” you reach the Castle. Founded during the 6th century, it was restructured in the Lombard period by Arechi II who transferred the capital of the duchy from Benevento to Salerno, making a fulcrum of this castle which is over 300m above sea level on the top of Mount Bonadies.
Inside the castle you can visit the museum which holds material from archaeological sites in the surrounding countryside while the cannon sector holds multi-medial installations.


PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

Emanuela Adinolfi
cell. 3393153399
adinolfi.emanuela@gmail.com

Valentina de Ferrante
cell. 328 8957570
vdeferrante@gmail.com

Museo Roberto Papi - Collezione di Storia della Medicina e della Strumentazione Chirurgica
Tel. 089253190 www.museopapi.org
info@fondazionescuolamedicasalernitana.org
Orari Museo
Martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.30
lunedì chiuso
Mercoledì, venerdì dalle 15.00 alle 18.30
Orario estivo dal 1 maggio al 30 settembre:
mercoledì, venerdì dalle 17.00 alle 20.00

Orari Giardino della Minerva
Tutti i giorni escluso il lunedì dalle 9.00 alle 13.00Orario estivo dal 1 maggio al 30 settembre:
dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 tutti i giorni tranne il lunedìTel. 089 252423 - www.giardinodellaminerva.it

Orari Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana
Da martedì a domenica 9.00 13.30
Info e prenotazioni:
Tel. 089 2573213/228/227 - cell. 339 5765597www.lascuolamedicasalernitana.beniculturali.it

FOR INFORMATION AND BOOKINGS:

Emanuela Adinolfi
mobile 339 3153399
adinolfi.emanuela@gmail.com

Valentina de Ferrante
mobile 328 8957570
vdeferrante@gmail.com

Roberto Papi Museum – Collection of Medical and History and the History of Surgical Instruments
Tel. 089253190 www.museopapi.org
info@fondazionescuolamedicasalernitana.org

Museum opening Times
Tuesday,Thursday, Saturday and Sunday from 9.00am to 1.30pm – Monday closed
Wednesday, Friday from 3.00pm to 6.30pm
(Summer times from 1st May to 30th September: Wednesday, Friday from 5.00pm to 8.00pm)

Minerva Gardens Opening Times
Every day except Monday from 9.00am to 1.00pm
(Summer times from 1st May to 30 September from 10.00am to 1.00pm and from 5.00pm to 8.00pm
every day except Monday) Tel. 089 252423 - www.giardinodellaminerva.it

Opening hours Virtual Museum
Tuesday to Sunday 9.00am to 13.30pmTel. +39 089 2573213/228/227 - mobile 339 5765597
www.lascuolamedicasalernitana.beniculturali.it

Per il primo itinerario consultare la sezione 'Escursioni e itinerari' di www.campaniameteo.it:
www.campaniameteo.it/davedere.php?id=469




© 2012 Società Meteorologica Mediterranea s.r.l.
Corso. G. Garibaldi, 23 - 84123 Salerno
P.IVA e Cod.fiscale: 04652260656
Tel. 089.8423334 - Fax 089.234450 - e-mail: info@campaniameteo.it
Utenti online: 25