Mercoledì 28 Settembre 2016
Campaniameteo - Versione dispositivi mobili
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
Campaniameteo.it
.:: Campaniameteo.it ::.
.:: Campaniameteo.it - ANFITEATRO CAMPANO di SANTA MARIA CAPUA VETERE ::.

ANFITEATRO CAMPANO di SANTA MARIA CAPUA VETERE
(Articolo letto 2434 volte)
Campaniameteo.it - S. Maria Capua Vetere - Anfiteatro Campano S. Maria Capua Vetere - Anfiteatro Campano
Campaniameteo.it - S. Maria Capua Vetere -Anfiteatro Campano - I sotterranei S. Maria Capua Vetere -Anfiteatro Campano - I sotterranei


Indirizzo: Piazza 1° ottobre - 81055 Santa Maria Capua Vetere (CE)
Telefono:  0823-798864; 0823-844206
Orario
Dal martedì alla domenica dalle ore 9:00 a un’ora prima del tramonto; Chiuso il lunedì

Per arrivare
Santa Maria Capua Vetere si trova a sud dell’odierna Capua, a pochi chilometri da Caserta.
• in aereo: l’anfiteatro dista dall’aeroporto di Napoli - Capodichino 37 km.
• in automobile: l’uscita più vicina dall’autostrada A1 Milano-Napoli è quella di S. Maria Capua Vetere.
• in autobus:  utilizzare le linee di trasporto pubblico ACSMS.
• In treno: sono disponibili collegamenti da Napoli e Caserta. La stazione ferroviaria è a circa 800 m dall’anfiteatro.

L’anfiteatro, secondo in ordine di grandezza e per capienza tra gli anfiteatri dell’Italia antica dopo il Colosseo, venne costruito tra il I e il II sec. d.C., sotto Nerva e Traiano (96-117 d.C.),   probabilmente su quanto restava di uno di epoca precedente; fu abbellito poi di statue, colonnato e plutei da Adriano (117-138 d.C.), inaugurato da Antonino Pio  e consolidato da Settimio Severo.


Comprendeva quattro ordini di arcate con semicolonne di ordine dorico e aveva una splendida decorazione scultorea. La struttura ha una pianta a forma ellittica il cui asse maggiore misura 165 m. e quella minore 135 m..L’arena, ancora ben conservata,  misura 72 x 46 m.: da essa si diramano otto uscite. Dall'arena si aprono diverse botole che, grazie all'aiuto di apposite carrucole ed argani, servivano per introdurre nella scena gli elementi scenografici custoditi nei numerosi ambienti del sotterraneo.
L’anfiteatro era dotato di quattro ingressi principali in corrispondenza dei punti cardinali e poteva ospitare fino a 50-60.000 spettatori.
Dei suoi quattro piani possiamo ammirare il primo e una parte del secondo; le gradinate sono andate quasi completamente distrutte, mentre è solo in parte visibile la parete esterna ellittica.


Ben conservati sono, invece, i sotterranei i cui ambienti sono collegati da un insieme di corridoi con volte a botte.
I sotterranei, cui si accede attraverso delle scalette, sono costituiti da 76 archi in mattoni rosso scuro e servivano da spogliatoi e depositi. Costituiti da dieci corridoi comunicanti, erano dotati anche di una vasta cloaca a croce per lo scolo delle acque.

Poco rimane anche dei busti inseriti nelle chiavi di volta raffiguranti divinità per i primi due ordini e soggetti non divini per il terzo. Solo circa venti busti sono conservati: alcuni sono ancora nell’anfiteatro, altri sono stati trasportati al Museo e al Palazzo Municipale di Capua e al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Altri ornamenti erano costituiti dai bassorilievi dei vomitoria, oggi esposti nel Museo dei Gladiatori e da statue a tutto tondo, alcune delle quali sono conservate presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.


Nell'Anfiteatro, oltre a svolgersi combattimenti tra gladiatorie e battaglie navali, avvenivano anche scontri contro tori, leoni, orsi ed elefanti, come testimoniano le parecchie ossa di questi animali ritrovati in loco.




© 2012 Società Meteorologica Mediterranea s.r.l.
Corso. G. Garibaldi, 23 - 84123 Salerno
P.IVA e Cod.fiscale: 04652260656
Tel. 089.8423334 - Fax 089.234450 - e-mail: info@campaniameteo.it
Utenti online: 111